New Balance Zante

Poche settimane fa ho iniziato la tabella che mi accompagna verso la Ledro Running in programma per il 13 Settembre, una tabella con molte ripetute, progressivi e variazioni di ritmi.

Per l’occasione ho cercato una scarpa leggera e veloce, adatta per questi tipi di lavori.

Volevo rimanere in casa New Balance, visto che con le ottime 1080 V5 mi ero trovato molto bene, quindi ho provato il modello Zante.

IMG_0912 New balance Zante

Drop 6 mm,peso inferiore ai 200 gr, le Zante sono una scarpa per pesi leggeri e con caratteristiche da velocista.

Appena indossate la calzata è risultata stretta e avvolgente sul corpo del piede,così anche le dita dei piedi sono più contenute.A differenza della calzata larga, se siete abituati a quest’ultima la differenza la noterete molto e forse vi darà noia. Venendo dalle 1080 l’ho notato subito, ed ad un primo impatto non mi avevano conquistato.

Una scarpa leggera, meno protettiva sul tallone,stretta nei punti giusti ma che ti dà la libertà che ti serve per volgere i lavori veloci.

IMG_0913New balance Zante

I primi km con questa scarpa sono stati a dir poco “scioccanti”. Il drop di 8 mm e le caratteristiche della 1080 mi avevano un pochino “addormentato” il piede, con queste Zante le sensazioni sono state molto diverse. La leggerezza si è fatta sentire, così come la mancanza di protezione sul tallone. la calzata stretta mi ha un pochino deluso inizialmente, mi è servito un po’ di tempo per abituarmI.

8 km di lento intorno ai 5:00 non mi hanno lasciato particolarmente positivo verso le Zante, ma le caratteristiche migliori sono uscite quando i ritmi si sono alzati.

Un paio di ripetute veloci mi hanno cucito addosso un sorriso da bambino. Su un passo di 4:10 le Zante “scompaiono”, non si sentono nemmeno più, la falcata è rapida e morbida in punta, la spinta piena di piede da delle sensazioni piacevoli, sopratutto se correte di avampiede. Dovete avere una caviglia forte e allenata, perché qui di protezione non ce n’è molta, se soffrite di caviglia state attenti alle buche o alle variazioni di terreno.

Prima uscita discreta,ma la vera prova è stata durante un progressivo da 5:00 ai 4:10, dove la scarpa mi ha soddisfatto a pieno.

Temevo che una scarpa così leggera e con drop ridotto mi desse problemi sui polpacci, ma così non è stato, e ho superato tranquillamente i 14 km di progressivo. Leggera, potente e rapida, ma anche protettiva quando serviva.

Ahime, non è tutto oro quel che luccica. Se nei lavori rapidi la scarpa dà il meglio di se, a ritmi lenti sopra i 5:00 secondo me non è la scarpa adatta a tutti. Come avere una Ferrari ma costringerla a fare sterrato. La protezione che servirebbe non c’è più, sulla distanza mi hanno dato un po’ di noie, e i polpacci ne hanno risentito causandomi una stanchezza sulle gambe.

Rimane una scarpa formidabile per lavori veloci, come ripetute o gare brevi, ma non adatte secondo me per lunghi lenti,anche se qui il discorso è pur sempre personale, e dipende dalle caratteristiche di ognuno.

Una scarpa rapida e leggera, adatta a caviglie allenate, ma sopratutto a pesi medio leggeri (io sono 61 kg alto 1:70), perfetta per lavori veloci e gare brevi, un po’ meno per ritmi lenti o gare lunghe. Non vi deluderanno se volete correre veloci e se avete ritmi importanti, vi daranno molte gioie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...