La fine dell’anno

Dicembre si era presentato alla grande, con quei 10K conclusi in 47 minuti e 18 secondi, e sopratutto con una media di 4:44.

La corsa mi aveva dimostrato tutte le mie capacità, mi aveva trasformato in qualcosa di impensabile, amavo la corsa per tutto quello che mi aveva fatto provare. I risultati erano arrivati, ed era giunta l’ora di pensare a cosa fare.

Avevo iniziato con i 5K, guadagnato quei 10K, conquistato i 18K.

Ero partito da un ritmo superiore ai 7:00 min/km arrivando a Dicembre con un 5:11 molto promettente.

Da giugno a Novembre avevo corsa più di  560 km, più di 52 ore di allenamenti, più di 38.000 calorie bruciate. Avevo già fatto una piccola imprese per uno che a Giugno aveva iniziato a correre con 3 km, e concludendo in 23 minuti ad una media di 7:24. I dati mi davano ragione, la corsa mi aveva trasformato.

Ero anche calato 4 kg, tutti i pantaloni erano diventati larghi in vita. L’alimentazione è sempre stata sana, con verdura e frutta ogni giorno, cibi sani senza fritti, salse e varie. Non avevo cambiato niente, mangiavo come un toro ugualmente, ma ciò che mangiavo ero sicuro di smaltire subito. Le gambe si erano rinforzate, si potevano vedere nuovi muscoli ingrossati. La schiena, dopo anni di arrampicata era piena di contratture, e spesso soffrivo di fastidi. Con la corsa tutto era svanito, nessun dolore.

Continuare sui 10K o aprire nuovi orizzonti e pensare in grande?

Il cammino sarebbe stato così anche con il nuovo anno, o tutto sarebbe di nuovo svanito?

Erano domande che mi facevo tutti i giorni, mi ero preso un paio di giorni per staccare dalla corsa e riposare, la tabella era conclusa, e avevo raggiunto l’obbiettivo.

C’era un pensiero che da settimane mi girava in testa: “sarei in grado di concludere una mezza maratona?”. Ero impaurito a quel pensiero, erano soli 7 mesi che correvo, sarei stato in grado?

Trovai la forza nei giorno seguenti, le uscite successive erano tutte superiori ai 10K, e i ritmi erano sempre elevati, intorno ai 5:15 o 5:10. Ero pieno di vita, pieno di forza.

La vera sfida fu quella sera, davanti al Mac, ad analizzare gli ultimi mesi di corsa. Volevo di più! Cercai la prima mezza maratona vicino a casa, poi mi iscrissi.

Giulietta e Romeo Half Marathon di Verona, 16 Febbraio 2014. 

Ero iscritto alla mia prima mezza maratona, 21,195 metri. Ora o mai più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...